Forex: Cosa è e come funziona [Guida]

Che cosa è il Forex?

Il Forex (Foreign Exchange Market) è il mercato finanziario per lo scambio di valute, un mercato di dimensioni imponenti, con transazioni di 1,9 trilioni di dollari al giorno. E' attivo 5 giorni a settimana (festivi esclusi) per 24 ore al giorno.

Frequentato in larga misura da banche e fondi di investimento, il Forex è aperto alle operazioni di privati, che possono iniziare anche investendo cifre modeste.

Vi sconsigliamo però di improvvisarvi trader, senza aver acquisito le conoscenze di base necessarie per cimentarsi con questo particolare mercato e senza aver scelto un broker a cui affidare i vostri investimenti.

Infatti il Forex non è un mercato regolamentato e con prezzi ufficiali: nel Forex gli operatori negoziano direttamente tra loro (“over the counter”, OTC).

In questo articolo cercheremo di fornire le informazioni principali su come funziona il Forexcome investire nel Forex e soprattutto come guadagnare con il Forex.

Come funziona il Forex?

Il Forex Trading, cioè l'attività speculativa nel mercato valutario, consiste nel comprare e vendere valute, cercando di trarre profitto da questa transazione.

Attenzione: nel Forex si parla sempre di coppia di valute (cross valutario, l'unità di misura del Forex Trading), cioè non si può comprare una valuta se non se ne vende un'altra.

La coppia che muove il maggior numero di transazioni è quella euro/dollaro statunitense (EUR/USD). Nel cross valutario, la valuta a sinistra, in questo caso l'euro, è detta “valuta base”, quella a destra “valuta quotata” o secondaria.

Per avere dei profitti, dovremo comprare coppie in cui la valuta base si sta rafforzando.

Il prezzo d'acquisto di una coppia è detto “ask”, il prezzo di vendita “bid“.

La differenza tra i due è lo “spread“.

Come investire nel Forex?

La prima mossa per iniziare a investire nel Forex è individuare un broker affidabile che immetta sul mercato le nostre operazioni.

E' importante verificare che il broker sia autorizzato, e venga sottoposto a procedure di controllo. In Italia i broker sono certificati dalla Consob. 

Come guadagna un broker?

Abbiamo parlato prima di ask e bid. In realtà il prezzo di una coppia è il bid. Il guadagno del broker sta nella piccola maggiorazione applicata a ogni cross valutario che acquistiamo, pagando appunto l'ask.

Queste maggiorazioni si misurano in pip (Percentage in point), la più piccola unità di misura di un prezzo Forex.

L'entità dello spread, cioè la differenza tra ask e bid, è un ulteriore criterio con cui scegliere il nostro broker.

La leva finanziaria

Il broker metterà a nostra disposizione una leva finanziaria, cioè un fattore di moltiplicazione che amplifica il capitale di investimento, il che ci permette di acquistare e vendere per cifre superiori al capitale investito.

Se facciamo un investimento da 100 euro con una leva a 1000 (ma ce ne sono anche a 100 o a 50…), muoviamo in realtà 100.000 euro.

La leva però funziona anche in caso di perdita, amplificandone l'entità.

Il broker dovrà avere pertanto, sulla sua piattaforma di trading, attivato dei limitatori automatici (stop loss), che bloccano le perdite. Il che ci consentirà di non perdere più dei 100 euro investiti.

 La piattaforma di trading

Prima di scegliere il nostro broker, dobbiamo anche controllare su quale piattaforma di trading operi e se questa sia stata approvata da un'autorità di controllo.

Alcuni esperti suggeriscono di optare per broker che utilizzano piattaforme di trading automatico, in cui dei “robot”, detti “Expert Advisor“, operano ininterrottamente, 24 ore al giorno per 5 giorni, nel Forex senza stancarsi, distrarsi, emozionarsi o farsi prendere dal panico.

Abbiamo già detto degli stop loss: raggiunto un certo livello di perdita, lo stop losso ci fa uscire automaticamente dal mercato.

Importanti sono però anche i take profit, che ci staccano al mercato al raggiungimento di un certo guadagno, per evitare che un'eventuale nostra indecisione possa trasformare la vincita in una perdita.

Come guadagnare con il Forex?

Per guadagnare con il Forex occorre conoscere l'analisi tecnica e l'analisi fondamentale o appoggiarsi a qualcuno che le conosca bene.

L'analisi tecnica cerca di definire il futuro andamento di un titolo o valuta, analizzando le precedenti quotazioni; l'analisi fondamentale, o macroeconomica, definisce il prezzo di un titolo valutando la situazione economico-finanziaria della società a cui si riferisce.

Nel caso di valute l'analisi fondamentale considererà le condizioni socio-economiche dello Stato che emette la valuta.

Per questo è opportuno investire in un ridotto numero di coppie di valute, per poterle seguire costantemente, in modo da arrivare a prevederne con dei margini apprezzabili di certezza i movimenti.

I CFD sul Forex

Il broker che abbiamo scelto potrebbe proporci di fare trading sul Forex con i CFD.

Cosa sono i CFD? I CFD (Contract for Difference) sono strumenti finanziari online, con i quali si punta a trarre vantaggio dai rialzi e ribassi dei mercati.

In pratica, l'oggetto della negoziazione non è, ad esempio, un certo tipo di azione, ma la variazione di valore dell'azione tra il momento in cui si apre il CFD e quello in cui lo si chiude. Ciò significa che si può approfittare del movimenti di mercato senza possedere azioni.

I CFD si basano su leve finanziarie importanti, con i vantaggi (e i rischi) che già conosciamo.

Simili ai CFD sono le “opzioni binarie“, cioè contratti che assicurano il pagamento di una predeterminata somma se un evento del mercato (ad esempio, il raggiungimento di un certo rapporto di cambio tra due valute) si verifica. Altrimenti si perde tutta la somma investita.

Cosa sono i CFD sul Forex?

I CFD sono attivi anche sul Forex. Il broker ci propone di investire sulle fluttuazioni dei cross valutari, senza acquisirne.

In questo mercato i CFD sono interessanti per le alte leve finanziarie e per gli spread ridotti proposti dai broker.

Analoghi ai CFD nel Forex sono i “rolling spot forex“. Con i rolling sport forex le operazioni chiuse al termine della giornata, si riaprono automaticamente all'inizio della giornata successiva.

La Consob mette in guardai gli investitori circa gli elevati rischi dei CFD, parlando di “rilevanti rischi difficilmente comprensibili e valutabili”.

Abbiamo visto come funziona il Forex e come investire e guadagnare nel Forex. Come detto, è un mercato accessibile ma rischioso. Il consiglio è quello di studiarne a fondo le caratteristiche, prima di affrontarlo.

Dopo aver studiato, possiamo anche, prima di investire soldi veri, provare a operare sul Forex virtualmente: quasi tutti i broker mettono a disposizione un simulatore che consente di prendere confidenza con il mercato delle valute.

Quindi, se siete ancora del parere di investire nel Forex, non ci resta che augurarvi buon allenamento!

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi