Prestiti personali senza busta paga: Ecco quali sono e come scegliere

I prestiti personali senza busta paga sono finanziamenti concessi nei confronti di qualcuno che ha bisogno di liquidità ma che non dispone di un reddito fisso.

In realtà essere titolari di un reddito dimostrabile (con busta paga, cud…) rappresenta, in generale, per la società finanziaria la garanzia che il prestito concesso sarà restituito.

Nel caso in cui non esiste una busta paga, si avrà bisogno necessariamente di altre garanzie per procedere alla concessione del prestito.

Nel periodo storico in cui ci troviamo, tra crisi economiche più o meno in stato avanzato, risulta nettamente aumentato il bisogno di richiedere prestiti per avere della liquidità a disposizione (esistono anche i prestiti a cattivi pagatori impensabili qualche anno fa). Ecco cosa serve sapere per richiedere un prestito personale senza busta paga.

Prestiti senza busta paga: quali garanzie servono?

Quando non si ha un reddito a disposizione e si fa richiesta di prestiti senza busta paga ecco che l'istituto di credito farà esplicita richiesta di altre garanzie:

  • ipoteche e pignoramenti: su beni immobili e mobili registrati (case, barche, denaro su conto corrente…) anche se, questo tipo di garanzie sono le meno richieste visto che comporterebbero spese troppo elevate.
  • garanzie personali: di sicuro le più diffuse e, in sintesi, rappresentano la garanzia che una seconda persona, della cui solvibilità creditizia la banca avrà avuto modo di effettuare una istruttoria, in caso di difficoltà del debitore si impegnerà a saldare il debito

Chi può chiedere un prestito senza una busta paga?

Ci sono tre categorie che potrebbero avere necessità di prestiti senza busta paga:

  • giovani: studenti
  • casalinghe: non titolari di alcun contratto di lavoro
  • disoccupati: tutti coloro che sono in cerca di occupazione e/o hanno perso il lavoro

Giovani

Si tratta per lo più di concedere finanziamenti d'onore a questa particolare categoria composta, di solito, da studenti.

Questo tipo di prestito prevede la vantaggiosa posticipazione dell'avvio del rimborso alla fine degli studi per “investire” sul futuro dei giovani.

Altra categoria per i prestiti ai giovani è quella in cui interviene la figura del genitore, come fideiussore, che affiancherà per tutta la durata del finanziamento il debitore principale. In questi casi rientrano, ad esempio, quei giovani con contratti a termine e/o stagisti e praticanti.

Disoccupati

I prestiti senza la busta paga in questo caso potrebbero essere identificabili come prestiti di difficile erogabilità in quanto i disoccupati sono tutti quelli che non percepiscono alcun reddito, coloro che non percepiscono nemmeno reddito da lavoro autonomo e chi non ha nemmeno alcun patrimonio immobiliare.

Le uniche garanzie che, nella maggior parte dei casi, vengono accettate dalle società finanziarie per l'erogazione dei prestito nei confronti dei disoccupati sono i pegni sui titoli (che prevedono tassi e spese decisamente elevati) e le fideiussioni genitoriali o di qualche parente vicino al debitore.

Casalinghe

Le casalinghe non hanno un reddito per il loro “lavoro di casa”e, appunto, non essendo titolari di reddito, per loro saranno valide le stesse linee guida usate per la categoria dei disoccupati nella richiesta di un prestito.

Per le casalinghe, però, esiste un' eccezione: percepire un assegno per il mantenimento dopo un divorzio. In questo caso specifico l'assegno sarà un reddito a tutti gli effetti e, se l'importo del finanziamento non è molto elevato, non saranno richieste ulteriori garanzie.

Attenzione alle truffe: ecco come riconoscerle

Avere bisogno di denaro e fare richiesta di un prestito senza busta paga inevitabilmente porta a qualche riflessione perché questo tipo di finanziamento prevede:

  • spese abbastanza elevate
  • tassi tutt'altro che convenienti
  • garanzie a volte abbastanza importanti

Ecco che la truffa potrebbe essere dietro l'angolo se:

  • le offerte sono troppo “facili” e estremamente “convenienti”
  • non esiste la massima trasparenza
  • non c'è un preventivo scritto
  • non si è provveduto a confrontare preventivi di società finanziarie diverse
  • i tassi sono eccessivamente fuori mercato

Società finanziarie e banche concedono prestiti senza busta paga, alcune sono:

  • findomestic

Una delle società finanziarie più conosciute in Italia, basterà fare un preventivo sul sito per capire come muoversi prestiti findomestic

  • compass

Anche Compass è una conosciutissima finanziaria in Italia e garantisce prestiti su misura, i prestiti compass sono da consultare sempre sul sito per una prima conoscenza.

  • poste italiane

Anche presso poste italiane è possibile richiedere un prestito di questo tipo e non vengono richieste garanzie e garanti.

I prestiti personali senza busta paga sono una categoria molto ampia ed è importante ricordare di porre sempre la massima attenzione quando e se si decide di richiedere questo tipo di finanziamento, mai fidarsi delle chiacchiere e chiedere sempre di mettere tutte le condizioni per iscritto.

Se vuoi acquistare e depositare le principali criptovalute, ricorda che i migliori wallet online sono 3: Coinbase, Spectrocoin. Invece per fare trading con le criptovalute il miglior trader affidabile è sempre Etoro.

Prestiti personali senza busta paga: Ecco quali sono e come scegliere
4 (80%) 1 vote

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi